Italia, l’e-commerce aumenta il giro d’affari

e-commerce-photo

Entro la fine del 2016 l’utilizzo delle piattaforma di vendita online raggiungerà in Italia i 19,3 miliardi di Euro, con un incremento del 17% rispetto all’anno precedente. I dati indicano che saranno i settori ormai già rodati nelle vendite online ad avere la meglio, prevedendo un aumento dell’11% per il Turismo, del 22% per Informatica ed Elettronica, del 25% per l’Abbigliamento e del 16% per l’Editoria.

La penetrazione dell’e-commerce quest’anno raggiungerà il 5% delle vendite retail.

E’ il Made in Italy a trainare il commercio e la libertà del mercato unico europeo permette alle aziende italiane di abbattere le barriere accogliere una clientela molto più vasta. Una piattaforma e-commerce permette, infatti, di gestire le vendite online in maniera automatica, accollandosi solo i costi per la spedizione e l’imballaggio. Inoltre, la gestione del magazzino è molto più rapida permettendo un ricambio rapido delle merci.

I dati, emersi da una ricerca dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm Politecnico di Milano, riflettono la voglia di cambiamento dell’imprenditoria italiana, che finalmente comincia a credere nelle nuove tecnologie a fronte di un investimento molto limitato ma ad ampio ritorno economico. Senza dimenticare che l’adozione di simili tecnologie è ormai un “obbligo” per poter competere su un mercato sempre più globalizzato.

Adottare una strategia di vendita online ormai è una scelta obbligata, dettata dai tempi, dalla necessità di rimanere al passo della concorrenza e per trovare nuovi stimoli su un mercato che sostanzialmente non ha limiti.

Buy now